Categoria: Sponsorizzazioni

Funzionamento dei compressori rotativi a vite

I compressori rotativi a vite sono degli eccezionali strumenti, oggi largamente adoperati nell’industria e nei cantieri data la loro grande versatilità e capacità di velocizzare il lavoro, oltre a quella di semplificarlo.

Si tratta di un dispositivo che è adatto anche per essere utilizzato 24 ore al giorno ed in grado di restituire performance di livello.

La loro caratteristica principale è quella di riuscire ad offrire aria compressa continuamente, garantendo il massimo della silenziosità e dell’efficienza.

I compressori industriali di questo tipo sono inoltre in linea con la normativa vigente in tema di sicurezza sul lavoro e dunque offrono il massimo anche da questo punto di vista, il che non è certamente un aspetto secondario.

Funzionamento dei compressori rotativi a vite

Per quel che riguarda il funzionamento, bisogna dire che questo è basato sul principio di contro rotazione da parte di due rotori di forma elicoidale: questi vanno a comprimere l’aria introdotta da parte del condotto di aspirazione e la spingono verso il condotto di mandata.

È proprio durante questo percorso che lo spazio va a ridursi con un conseguente aumento della pressione. Ciò rende questo tipo di compressore il mezzo ideale per quanti necessitano di avere aria compressa per un tempo prolungato.

I vantaggi

I vantaggi che i compressori rotativi a vite sono in grado di offrire sono notevoli. Tra questi possiamo citare:

  • Affidabilità ed efficienza
  • Ottimizzazione dei consumi
  • Costi contenuti
  • Bassa rumorosità

Da considerare come fattori quali l’affidabilità e la qualità dei materiali siano imprescindibili in un compressore a vite, in quanto questi devono garantire prestazioni ottimali H24. Questa è la soluzione migliore quando si necessita frequentemente nel corso della giornata di aria compressa, soprattutto se se ne ha bisogno velocemente.

Quel che ancora non sai sui compressori rotativi a vite

Per evitare che si formi della condensa all’interno del serbatoio dell’olio, il compressore a vite necessita di raggiungere una determinata temperatura di esercizio. Quando lavora infatti a temperature fino ad un massimo di 45°C, questo strumento è in grado di offrire un concreto risparmio sui consumi.

Ciò è molto importante in quanto i costi dovuti alla gestione di un compressore di questo tipo dipendono quasi esclusivamente dal consumo energetico. Anche il fatto che sia in grado di lavorare in maniera quasi completamente silenziosa è molto importante perché significa che questo tipo di compressore è in grado di infastidire e stressare per nulla i lavoratori ed in particolare la persona addetta al suo utilizzo.

È preferibile inoltre spostarlo nel caso in cui il locale in cui viene utilizzato abbia una temperatura che scende sotto lo zero.

È presente infatti un dispositivo di sicurezza il cui fine è quello di andare a bloccare il compressore nel momento dell’avvio se la temperatura dell’ambiente è sotto lo zero.

Alla stessa maniera, eventuali gas o polveri presenti nell’aria possono danneggiare l’apparecchio, per cui è bene accert arsi che l’ambiente, ed in particolare gli spazi intorno, siano perfettamente puliti così da evitare ogni tipo di problema per quel che riguarda una possibile otturazione dei filtri, ad esempio.

Conclusione

Si tratta dunque di un macchinario molto particolare e perfettamente in grado di velocizzare e rendere più semplice il lavoro di cantiere, consentendo agli operai di poter completare più velocemente il proprio compito con il massimo della precisione.

Per questo motivo è bene accertarsi che il compressore possa essere nelle condizioni, incluse quelle ambientali, di lavorare al meglio così da poter diminuire non soltanto i costi legati ai consumi ma anche quelli che riguardano la gestione e la manutenzione del dispositivo, il che è certamente un bene per aziende ed imprese di ogni tipo.

Codici sconto Shein, la moda a prezzi convenienti


I Codici Sconto Sheinpermettono di fare acquisti a un prezzo conveniente nei negozi online Shein, famosi per i vestiti di alta qualità e accessori unici e in linea con la moda del momento. Chi ama seguire le tendenze trova nel brand, fondato nel 2008, un valido alleato per acquistare top, pantaloni, abiti, gioielli e accessori.

Shein può contare su oltre 2 milioni di articoli in stock e 500 nuovi arrivi ogni giorno e il brand piace ai clienti che amano vestirsi alla moda anche per la presenza di offerte esclusive e sempre nuove. I saldi Shein ricorrono, con alcune differenze da regione a regione, 2 o 3 volte all’anno e chi non approfitta di queste occasioni per fare shopping a livello scontato può contare sul sito Sconti e Buoni e sui codici sconto Shein.

Cosa sono i codici sconto Shein?

Il codice sconto Shein è il miglior modo per risparmiare facendo acquisti online e oggi è conosciuto e apprezzato da tutti gli amanti dello shopping digitale. Si compone di una serie di lettere e numeri e va inserito nel carrello degli acquisti per risparmiare dal 5 al 70% sull’importo totale della spesa in base al brand e alle promozioni attive al momento sul prodotto scelto.

Sul nostro sito puoi trovare i migliori codici sconto Shein e coupon aggiornati e verificati ogni giorno, assieme alle offerte più convenienti. Si tratta solo di trovare quella più adatta a te.

Come si usa il codice sconto Shein?

Per usufruire del codice basta cliccarci sopra per essere indirizzato al sito Shein e successivamente finalizzare l’acquisto incollando il codice prima della conferma del pagamento. Oltre al codice Shein standard si possono trovare online le offerte Shein Esclusive che permettono ai clienti di risparmiare sui principali ecommerce online. Solo con i codici sconto puoi acquistare ad un prezzo ribassato il capo di abbigliamento che più ti piace!

I Buoni Sconto Shein si possono applicare durante l’acquisto sul sito ufficiale Shein per risparmiare immediatamente sull’acquisto grazie agli appositi codici sconto. Da sempre Shein è sinonimo di moda alla portata di tutti e acquistare ad un prezzo ancora più basso maglie, vestiti, gonne e pantaloni è un’ottima occasione per rinnovare il guardaroba. Tanti vestiti alla moda a un piccolo prezzo: è questo il punto di forza di un sito che conquista oggi persone di ogni età.

Gli arredi luxury per valorizzare ogni angolo di casa

Quando hai un angolo di casa che non sai bene come arredare o valorizzare, delle volte si finisce con l’adottare una scelta che a conti fatti non soddisfa e che non risolve la necessità di riempire quello spazio che continua comunque a sembrare vuoto e fuori contesto.

Meglio invece pensare a qualcosa che effettivamente possa inserirsi bene in quel determinato ambito e rappresentare un valore aggiunto per l’intero ambiente. Spesso infatti, non siamo in grado di determinare cosa possa effettivamente completare gli arredi di casa e finiamo con l’optare per qualcosa di cui poi ci pentiamo o ci stanchiamo presto.

La scelta dell’arredo perfetto

In questi casi la soluzione perfetta è scegliere un arredo che effettivamente possa arricchire l’intero ambiente, soddisfacendo ogni necessità di arredamento e apportando quel contributo necessario di stile e ricercatezza di cui avevamo bisogno.

A tal proposito, gli arredi luxury rappresentano una possibilità da tenere in considerazione, grazie alla loro naturale capacità di inserirsi bene in qualsiasi tipo di contesto, arricchendolo e valorizzandolo.

Sul sito di FG Art and Design puoi trovare diversi esempi di arredi creativi e scoprire la creatività e la manualità degli artigiani che hanno progettato e realizzato queste vere e proprie opere d’arte da esporre in casa. Queste creazioni sono realizzate in legno, in ferro o altri materiali, per cui non ti sarà difficile riuscire ad individuare la soluzione che più delle altre si adatta alle tue necessità.

Gli arredi più eleganti

Perché infatti optare per un arredo qualunque quando puoi scegliere una soluzione ancora più particolare e realmente in grado di rendere ogni ambiente ancora più accogliente e curato? Dagli specchi di design alle sculture luminose, passando per le sculture in ferro agli oggetti in ceramica, non ti sarà difficile individuare l’arredo perfetto per completare quel particolare angolo di casa in maniera armoniosa con il contesto.

Badge aziendale: vantaggi per il datore di lavoro ma anche per i dipendenti


L’utilizzo di un badge timbratura che possa registrare gli ingressi e le uscite dei dipendenti dai locali in cui avviene svolta l’attività lavorativa, comporta dei vantaggi sia per il datore di lavoro che per i dipendenti stessi.

Sicuramente per il datore di lavoro vi è il vantaggio di poter controllare in maniera precisa la presenza in sede dei propri dipendenti e gli orari di ingresso e di uscita, verificando che questi possano essere rispettati ogni giorno. Per quel che riguarda i dipendenti invece, questi hanno il vantaggio di sapere che tutto il proprio lavoro effettuato venga riconosciuto in maniera automatica.

Rilevazione automatica e comunicazione degli orari all’ufficio buste paghe

In particolar modo il badge si interfaccia con un sistema di regolazione degli ingressi che si attiva ogni qualvolta esso viene inserito o avvicinato al lettore, registrando così l’evento e dando conferma tramite un apposito avviso acustico.

Dunque il badge aziendale è un efficace strumento di rilevazione degli accessi in grado di contenere informazioni personali relative a ciascun possessore, motivo per cui non può essere ceduto ad altri colleghi di lavoro. Non appena il badge viene effettuato per l’accesso, l’ingresso o l’uscita vengono rilevati e inviati ad appositi server. A questo punto uno specifico software si occupa di processare i dati e di inviare le informazioni necessarie all’ufficio buste paghe, anche relativamente ad eventuali ritardi di ingresso o di uscita.

Badge magnetici e di prossimità in base alle proprie necessità

Cotini srl propone sia badge di prossimità, i quali funzionano semplicemente avvicinando il badge al lettore, che magnetici. Possono essere acquistati totalmente di colore bianco oppure personalizzati tramite numero progressivo, ragione sociale o logo dell’azienda abbinato alla fotografia del dipendente, così da facilitare le operazioni di riconoscimento.

Questi badge possono essere acquistati in lotti che partono da 10 pezzi e possono essere programmati in base alle proprie necessità. Il peso di ciascun badge è di circa 5 grammi e la capacità di memoria è di 1 Kbyte.

Con l’Internet of Things la casa sarà smart e su misura

Anche in vacanza, magari al mare sotto l’ombrellone, basta un clic sullo smartphone per aprire la porta di casa da remoto e accendere le luci. Magari per fare entrare l’idraulico che deve riparare un guasto all’impianto. E dopo la discussione tramite l’assistente vocale sul prezzo della prestazione, finestre e imposte si richiudono automaticamente. Soprattutto se le previsioni meteo danno un temporale in arrivo. Con l’Internet delle cose la casa del futuro è già realtà, e si può toccare con mano. I risultati del progetto Open Lab Smart Home, promosso dal laboratorio IoTLab del Politecnico di Milano, dimostra infatti che dispositivi ed elettrodomestici smart disponibili sul mercato possono imparare la “stessa lingua” per comunicare e interagire fra loro, rendendo l’abitazione intelligente e personalizzabile proprio come uno smartphone.

Un passo avanti rispetto ai sistemi domotici del passato

Il progetto Open Lab Smart Home è stato realizzato in collaborazione con i principali attori del mercato smart home, come Bticino, Epta, Ezviz, Gewiss, Signify, SoloMio, Beeta by Tera, Vimar e V by Vodafone. E i suoi risultati rappresentano un vero e proprio passo avanti rispetto ai sistemi domotici del passato. I vecchi sistemi di domotica, erano “chiusi e limitati nei servizi predeterminati dal produttore. Ora il paradigma è cambiato – spiega il responsabile di IoTLab Antonio Capone, professore ordinario di telecomunicazioni al Politecnico – il trend è costruire una casa intelligente usando componenti sviluppati anche da produttori diversi, ma integrati in un unico ecosistema cucito su misura in base alle esigenze dell’utente, come uno smartphone con tante app personalizzabili”.

Il telefonino non è più una semplice interfaccia, ma un sensore che attiva i dispositivi

D’altronde, lo stesso telefonino oramai non è più una semplice interfaccia per comandare i dispositivi, ma un sensore che permette di attivarli o disattivarli a distanza in maniera automatica, e senza dover agire attraverso il suo schermo touchscreen. Tramite cellulare si può ad esempio segnalare la nostra presenza entro un raggio di 500 metri dalla casa, e con una sorta di Google maps degli elettrodomestici, può accendere il climatizzatore o il riscaldamento a distanza per farci trovare la temperatura ideale al nostro arrivo.

“Se l’integrazione è forte, la casa è più protetta”

Il segreto della smart home sta nella creatività con cui si progetta l’intero sistema. I ricercatori del Politecnico lo hanno dimostrato sviluppando piattaforme software di integrazione e protocolli di comunicazione capaci di creare un sistema integrato, dove dispositivi ed elettrodomestici di produttori diversi riescono a comunicare direttamente fra loro via radio o wireless attraverso i server nel cloud. Oppure mediante interfacce evolute come gli assistenti vocali.

“Se l’integrazione è forte, la casa è più protetta dal rischio di intrusioni e attacchi informatici – aggiunge Antonio Capone – e avendo più operatori che gestiscono i dati, invece di un monopolista in posizione dominante, l’utente è anche più forte nel difendere la propria privacy”.

IWM | Ottima Acqua dal Rubinetto di Casa

L’acqua è una ricchezza essenziale nella nostra esistenza poiché aiuta a mantenere il nostro organismo ben idratato ed efficiente nel corso del tempo. Il dilemma è sempre il solito: meglio bere acqua in bottiglia o l’acqua del rubinetto?. Il mercato ci offre una vastissima scelta di acque imbottigliate che cambiano composizione a seconda dei minerali e delle sostanze utili all’organismo che contengono eppure, se si esula dall’ambito dell’acqua destinata ad essere bevuta, in quanti utilizzano acqua imbottigliata per scopi differenti dal berla, quale lavare le stoviglie, riempirne per bollire, fare un caffè e simili? La maggior parte delle persone utilizza l’acqua del rubinetto. Oppure per un gesto tanto quotidiano quale è quello di lavarsi le mani, i capelli o fare una doccia? Certamente nessuno la utilizza. In pochi tengono però in considerazione il percorso che l’acqua attraversa fino ai nostri lavandini. E parliamo delle tubature, spesso e volentieri vecchie ed incrostate, tralasciando quelle notizie allarmanti che ogni tanto si sentono, sulla presenza in essa di elementi nocivi come l’amianto o addirittura arsenico e tallio. Spesso notiamo un cattivo odore o sapore nell’acqua che prendiamo dal rubinetto, come una scarsa limpidezza e così via, tutti elementi che inducono ad acquistare casse già imbottigliate, con un certo costo nel tempo. Un’acqua non pura può a lungo andare intaccare la cute, anche a livello microscopico, se si pensa al semplice gesto di lavarsi le mani, inaridire i capelli e creare altri piccoli danni che sfociano inevitabilmente nella ricerca di un rimedio per ristabilire equilibri anche dermici intaccati, con il loro relativo costo. La soluzione è quella di installare in casa un depuratore acqua. Ma quale, fra tutti quelli presenti sul mercato? Se si punta all’eccellenza allora vuol dire scegliere IWM. L’IWM, International Water Machines è l’azienda leader nel trattamento delle acque potabili. I suoi depuratori garantiscono una purezza dell’acqua al 100%, leggera ed oligominerale, priva di calcare e di tutte quelle sostanze che appesantiscono il lavoro del nostro organismo, ideale sia ad uso alimentare che domestico in generale ad un costo molto vantaggioso nel tempo.Sul sito internet è possibile visionare i prodotti IWM per avere anche un riscontro visivo, altrimenti basta chiamare il numero verde: 800 800 813 per poter porre le proprie domande o curiosità.

Giochi gonfiabili: attira più clienti!

Ah che bello uscire la sera, andarsi a mangiare qualche piatto tipico in un bel ristorante, fare quattro chiacchiere con gli amici o semplicemente con il tuo partner, godersi l’atmosfera del posto … Come dite ? I figli ? Ah è vero … è per questo che la maggior parte delle coppie non mette mai il naso fuori di casa ? Bene, facciamo qualcosa per loro. Sei hai un ristorante, una trattoria, una pizzeria, ed hai spazio a sufficienza, pensa a come poter intrattenere i bambini mentre i genitori si godono la serata. Una soluzione arriva dai giochi gonfiabili: facili da installare, fanno divertire i bambini e, sotto la semplice supervisione (non sempre necessaria) di una “baby sitter”, consentono la massima distrazione ai tuoi amati clienti ! Vedrai quanti coperti in più riuscirai a fare, e non solo nei week end ! Attenzione però: ci sono precise disposizioni in materia, quindi è bene affidarsi ad aziende che si occupano di giochi gonfiabili da una vita, e lo fanno nei migliori dei modi. Go Leisure, che ha la propria sede a Biassono, produce ed installa giochi gonfiabili, scivoli, scenografie, giochi acquatici e molto altro, tutto con la formula “chiavi in mano”. Avrai la sicurezza che i giochi siano a norma e la garanzia di un fornitore ti seguirà per tutte le pratiche necessarie. Come sempre suggeriamo, affidatevi a professionisti e non ad aziende improvvisate o che vendono solo al prezzo più basso !

Italiani e caffè, un rapporto che si evolve ma dura… tutta la vita

6

Italiani e caffè, una passione che dura da sempre e che probabilmente non si raffredderà mai. Certo, nell’arco dei decenni tante cose sono cambiate nelle abitudini di consumo – basta pensare alle macchine da caffè per uso domestico, a capsule o a cialde – ma l’abitudine di concedersi una pausa caffè quella no, non accenna ad appannarsi. Lo rivela il più recente studio sui consumi sull’espresso, Coffee Monitor, il focus dell’Osservatorio Social Monitoring di Nomisma sviluppato in collaborazione con Datalytics, uno studio condotto su un campione di oltre 1.000 consumatori. Giusto per avere un’idea del “peso” del caffè nella vita degli italiani, basti sapere che, fra chi ha bevuto caffè negli ultimi 12 mesi, emerge infatti un consumo abituale della bevanda (95% del target di riferimento). L’espresso viene scelto dal 93% dei consumatori di caffè. Residuale la percentuale di chi predilige il caffè americano, orzo o altre tipologie di caffè (7%).

Quanto ne beviamo?

I nostri connazionali  che scelgono il caffè espresso ne bevono in maggior parte 1 o 2 tazzine al giorno (58%), preferibilmente la mattina come momento di consumo: il 77% di chi beve caffè espresso lo fa tutti i giorni appena sveglio. Non stupisce quindi che il 58% di chi beve caffè espresso lo faccia per trovare la carica necessaria ad affrontare la giornata. Espresso non è tuttavia solo fonte di energia, chi lo beve lo fa anche per il gusto (51%) ed in parte per abitudine (30%). Il caffè espresso evoca nell’immaginario dei consumatori momenti di relax (53%), un piacere (47%), ma al contempo un rito, una tradizione (37%) Il consumo di caffè espresso non è relegabile in un solo luogo, prevale piuttosto una modalità di consumo “multi-luogo”. 

Una passione casalinga

Il 92% di chi beve caffè espresso lo fa tra le mura domestiche, prediligendo il caffè in polvere (53%) e in cialde o capsule (37%), sulla base di scelte fatte in funzione di gusto e aroma (53%), della notorietà della marca (19%), mentre meno rilevante risulta la variabile prezzo, driver di scelta solo per il 15% di chi consuma caffè espresso a casa). Negli ultimi mesi, però, rispetto allo studio di Nomina alcune percentuali sono cambiate. E’ infatti in continua crescita la percentuale di chi predilige il caffè in cialde o capsule con le relative macchine per uso domestico. Tra i prodotti di maggior successo e di massima affidabilità spiccano sicuramente le macchine a cialde, grazie soprattutto a una crescente attenzione verso l’abbiente. Le cialde, come ad esempio le cialde Lavazza, sono infatti completamente ecologiche, contenute in bustine in cellulosa biodegradabile.  Facilissime da utilizzare, le cialde Ese 44 mm di Lavazza sono disponibili in diverse referenze: dalla famosa Qualità Rossa all’Espresso Crema & Gusto al Dek, solo per citarne alcune. Per avere un’idea completa di quello che offre il mercato delle cialde, si può anche fare un “giro” su CialdaMia, il il portale italiano del caffè in cialde e capsule di qualità. On line, e spesso a prezzi scontati, è possibile fare shopping di tutto quello che occorre per un ottimo caffè: macchine, cialde, capsule fino ai complementi come tazze, bicchierini e zucchero.